Apicectomia

Apicectomia

L’apicectomia è una pratica chirurgica volta all’eliminazione della parte terminale della radice di un dente affetto da granuloma; questa rappresenta l’intervento di elezione quando non è possibile curare un dente che ha una lesione apicale ( granuloma ) mediante un trattamento canalare.

Una evenienza frequente che impedisce al dentista di poter effettuare un ritrattamento canalare è la presenza di perni cementati nella radice del dente.

La presenza di questi perni impedisce il passaggio nei canali, fase fondamentale per l’eliminazione di batteri;  la rimozione di questi perni a volte risulta rischiosa: in alcuni casi il tentativo di rimozione potrebbe causare una frattura della radice, evento che renderebbe necessaria l’estrazione del dente.

Una volta amputata la radice del dente interessato si procede a sigillare il canale con un’otturazione chiamata retrograda.

L’intervento viene eseguito ambulatorialmente, in anestesia locale con l’ausilio del microscopio o di altri sistemi ingrandenti e può essere eseguito non solo sui denti anteriori ma anche sui molari ( nelle aree posteriori ovviamente è più complesso ).

A distanza di tempo andranno effettuate delle radiografie di controllo per controllare l’avvenuta guarigione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *