Dentini in doppia fila

Dentini in doppia fila

I denti in doppia fila non sono un’evenienza così insolita…

I primi denti permanenti erompono verso i 6 anni.

Il primo dente a spuntare solitamente è il primo molare: questo non ha un equivalente nei denti decidui, crescerà dietro i dentini presenti senza che cada nulla.

I successivi cambiamenti avverranno nella zona degli incisivi.

Normalmente i denti da latte cadono grazie alla spinta dei denti permanenti che crescendo ne consumano le radici; può succedere però che il dente permanente prenda una strada diversa, spuntando dietro i dentini da latte che rimarranno ancora ben saldi con la loro radice non erosa.

In questo caso il vostro bimbo si ritroverà con una simpatica doppia fila di dentini!

Niente di preoccupante, l’importante è fissare un controllo con il dentista che deciderà probabilmente di estrarre il dentino da latte per facilitare la corretta crescita del dente permanente.

Nel giro di poco tempo, grazie anche all’aiuto della lingua, il dente permanente occuperà la  giusta posizione.

DISFONIA

Disfonia

ANOMALIE NELLA PRODUZIONE VOCALE O DISFONIA

Nei bambini la disfonia è un disturbo molto frequente. 

disfoniaI bambini che presentano un’anomalia nella produzione vocale spesso hanno una voce rauca o raschiante, parlano molto e utilizzano un tono di voce elevato.

Il cattivo uso della voce porta a coinvolgere nell’emissione vocale muscoli non deputati a questo compito; ciò provoca affaticamento laringeo, induce ad uno sforzo vocale sempre maggiore e genera un circolo vizioso da cui è difficile uscire.  Leggi tutto “DISFONIA”

OSAS

OSAS, APNEE NOTTURNE NEI BAMBINI

OSAS è l’acronimo di Obstruction Sleep Apnea Syndrome; quando si parla di questa patologia, ci si riferisce ad alterazioni della respirazione fisiologica durante il sonno dovute ad una ostruzione parziale o completa delle vie aeree.

Le osas, causano una riduzione della quantità di ossigeno nel sangue, un aumento intermittente del tasso di anidride carbonica, del ritmo cardiaco e ovviamente un sonno del bambino frammentato e non ristoratore.

Si stima che circa il 2% dei bambini in età prescolare e scolare ne soffra.

Le apnee notturne in età pediatrica si differenziano da quelle degli adulti perché i bambini spesso non soffrono di sonnolenza diurna ma manifestano il problema con problemi comportamentali diurni o notturni.

Diurni:

-iperattività o stanchezza cronica

-deficit della memoria

-facile distraibilità

-irritabilità

-respiro a bocca aperta

-mal di testa

-ridotto rendimento scolastico

Notturni:

-incubi

-russamento

-sudore eccessivo

-sonno agitato

-letto bagnato

-fobie

-sete

-blocchi nel respiro

Questa sindrome non va sottovalutata; le interruzioni della ventilazione infatti oltre a disturbare il sonno del bimbo e a causare i problemi sopra citati, nei casi più gravi possono produrre alterazioni metaboliche, patologie del sistema cardio-.corcolatorio e alterazioni sulla crescita fisiologica del bambino.

L’ipertrofia adeno -tonsillare è tra le prime cause di osas, tuttavia spesso i bambini che soffrono di osas presentano un palato stretto ed una deglutizione disfunzionale; per questo il problema delle apnee notturne prevede un trattamento multidisciplinare che coinvolge più professionisti: otorinolaringoiatra, ortodonzista e logopedista.

Per confermare la diagnosi di osas la cosa migliore è effettuare un esame strumentale chiamato polisonnografia; si tratta di un esame assolutamente non invasivo, che prevede la registrazione durante una notte di sonno di vari parametri fisiologici del bambino.

Osservate il sonno del vostro bambino e prestate attenzione a certi comportamenti  durante il giorno: in caso di dubbi rivolgetevi al vostro pediatra o al vostro ortodonzista di fiducia.

Postura

Postura

VALUTAZIONE STRUMENTALE DELLA POSTURA 

Il nostro organismo è costituito da numerosi distretti, tutti in collegamento tra di loro attraverso connessioni dirette o indirette.

Molte problematiche della bocca sono causa di alterata postura di tutto il corpo, così come mal posizione di piedi, anche o spalle Leggi tutto “Postura”

Respirazione orale

La Respirazione orale nel bambino

A riposo in condizioni normali un bimbo respira col naso; alla respirazione orale ricorre solo in situazioni di affaticamento (dopo una lunga corsa) o per ostruzione temporanea del naso (raffreddore).

La respirazione nasale è fondamentale per il benessere generale e per il corretto sviluppo dei mascellari.

Il passaggio attraverso il naso permette all’aria Leggi tutto “Respirazione orale”

Masticazione

L’importanza di una masticazione corretta

La masticazione, apparentemente un’azione scontata e normale, in realtà gioca un ruolo importante per il nostro benessere.

Purtroppo però questa funzione viene spesso sottovalutata; infatti sono poche le persone che mastichino nel modo corretto.

Sarebbe fondamentale fin dalla tenera Leggi tutto “Masticazione”

Frenulo

Frenulo corto e frenulectomia

Il frenulo linguale è un filamento di tessuto che ancora la lingua al pavimento orale.

Alcuni bambini nascono con il frenulo linguale corto: questa alterata condizione anatomica può presentarsi in vari gradi, da un frenulo solo leggermente corto fino ad Leggi tutto “Frenulo”

Che cos’è mondo Bimbo

I bambini meritano un’attenzione particolare.

Consapevoli del fatto che le terapie odontoiatriche non possono prescindere dalla cura del “tutto”, ci siamo attivati per poterci occupare dei cuccioli addirittura quando ancora si trovano nell’utero materno: la prevenzione nella sua massima espressione!

Una gravidanza serena e un parto naturale è quanto ogni mamma desideri quando si tratta di mettere al mondo Leggi tutto “Che cos’è mondo Bimbo”