Ortodonzia intercettiva

L’ ORTODONZIA INTERCETTIVA

L’ortodonzia infantile, detta anche funzionale o intercettiva, è quella branca dell’ortodonzia che si occupa di “intercettare funzioni alterate” che nel tempo causano deformazioni strutturali dei mascellari.

Questa fase si avvale quasi sempre di apparecchi mobili che sfruttano le forze muscolari per guidare lo sviluppo delle mascelle.

L’ortodonzia infantile  è un trattamento multidisciplinare che coinvolge oltre all’ortodonzista, anche l’osteopata, il posturologo, la logopedista e altri specialisti.

Perché questo?

La postura corretta è strettamente correlata al buon  funzionamento dei muscoli del cavo orale, della lingua (deglutizione) ed alla fisiologica respirazione nasale; condizioni necessarie per il benessere generale del bambino, ma anche per il normale sviluppo delle mascelle.

I denti dritti saranno una logica conseguenza.

Piccoli difetti di allineamento residui si potranno eventualmente perfezionare con apparecchi fissi, una volta cresciuti tutti i denti permanenti.

I bambini (e non solo loro) normalmente dovrebbero respirare con il naso e deglutire con la lingua sul palato: respirare con la bocca o avere la lingua tra i denti provoca deformazioni dei mascellari e altera la postura di tutto il corpo.

E’ molto importante favorire la fisiologica respirazione nasale nei bambini: la respirazione con la bocca aperta costringe la lingua a stare bassa, sul pavimento della bocca; in questo modo il palato tende a stringersi, diventando ogivale e spesso gli incisivi si distanziano producendo il “morso aperto”.

Bisogna sapere che la lingua produce una spinta di circa un kg ad ogni deglutizione; e normalmente si deglutisce 2000/2500 volte al giorno!

E’ facile capire quindi che una lingua che lavora nel modo “sbagliato” può provocare dei bei disastri!

Spesso i bambini respirano con la bocca aperta perché vi sono costretti: un ingombro delle vie nasali dovuto ad una ipertrofia delle adenoidi impedisce il passaggio dell’aria; quindi il bimbo respira dalla bocca. Se poi si aggiungono tonsille grosse la lingua sarà costretta a stare più in avanti, peggiorando la situazione.

La soluzione? Liberare il bambino dalle strutture che gli impediscono di respirare e deglutire correttamente.

Ciò non significa necessariamente rimuovere chirurgicamente adenoidi e tonsille. In alternativa posso essere adottate terapie decongestionanti utilizzando rimedi omeopatici e massaggi locali linfo-drenanti; dopo di che, in caso di insuccesso, si dovrà ricorrere al chirurgo ORL.

LA LOGOPEDISTA.

La logopedia praticata nel nostro studio non è quella classica che si occupa della corretta pronuncia dei fonemi; si chiama logopedia funzionale e serve a rieducare la lingua alla sua funzione fisiologica. Naturalmente il lavoro della Logopedista sarà in sintonia con quello degli altri professionisti che si occuperanno della salute del vostro bambino/a.

IL POSTUROLOGO.

Il Posturologo esegue un controllo del bambino in posizione eretta, statica e rilassata. La postura viene verificata mediante una speciale apparecchiatura, chiamata podolaser, che consente di visualizzare eventuali torsioni, disassamenti e un appoggio plantare scorretto.

Il controllo viene registrato e può essere eseguito più volte nel corso della terapia, per monitorare i cambiamenti della struttura corporea ed eventualmente trarre indicazioni utili agli altri operatori.

L’OSTEOPATA.

Il lavoro dell’Osteopata consente lo sblocco di alcune situazioni muscolo-articolari favorite o favorenti la malocclusione del bambino; il motivo per cui viene portato dal dentista.

Oltre a ciò l’Osteopata svolge una funzione di sorveglianza del miglioramento somatico (cioè di tutta la struttura corporea) conseguente al raggiungimento degli obbiettivi ortodontici. Sì! perché le malocclusioni e le abitudini viziate

producono alterazioni della postura che vanno individuate, corrette e monitorate.

L’ORTODONZISTA

L’Ortodonzista da solo lavorerebbe con “un braccio legato dietro la schiena”; il lavoro in collaborazione crea i presupposti per la risoluzione dei problemi in modo completo e duraturo; o per lo meno, per perseguirla in modo serio e consapevole.

Schema Intercettiva

Hai una domanda?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *