Ortodonzia nell’età adulta

Ortodonzia nell’età adulta

L'apparecchio Invisibilel’ortodonzia in età adulta è indicata nei pazienti che con dentizione permanente e a termine crescita scheletrica, quindi presenta molte differenze rispetto a quella effettuata durante l’infanzia o l’adolescenza.

Se è più facile agire sui bambini sfruttando le forze della crescita, nell’adulto la crescita è ormai conclusa e  il dentista deve lavorare solo sui denti.

Negli ultimi anni è cresciuto il numero di adulti che decide di ricorrere ad un trattamento ortodontico; infatti in passato la mancanza di informazioni portava a pensare che i dispositivi ortodontici fossero preclusi agli adulti.

Oggi non è più così: infatti sono disponibili due tipi di trattamento ortodontico a quest’età: il trattamento tradizionale fisso e il trattamento invisibile (invisalign)

 

InvisalignInvisalign: è un metodo praticamente invisibile per allineare i denti.

Invisalign utilizza una serie di aligner in polimero trasparente che andranno sostituiti ogni due settimane.

Ogni mascherina sposta gradualmente i denti che devono essere riallineati.

Le mascherine possono essere rimosse per mangiare, per lavare i denti e passare il filo interdentale.

Invisalign è in grado di trattare un’ampia gamma di problemi: affollamento dentale, morso crociato, morso profondo; tuttavia non sempre è possibile ricorrere all’ortodonzia invisibile.

La durata del trattamento varia a seconda della complessità del trattamento, generalmente dai 9 ai 18 mesi.

Grazie ad un’avanzata tecnologia computerizzata tridimensionale è possibile visualizzare il piano di trattamento completo, dalla posizione iniziale a quella finale.

Ancora prima di iniziare, il paziente potrà vedere che aspetto avrà il suo sorriso alla fine del trattamento.

Il trattamento tradizionale fisso: prevede il posizionamento sui denti di bottoni metallici o in ceramica bianca  (brackets) collegati fra loro da fili metallici(archi).

Questo permetterà grazie all’applicazione della fisica delle forze elastiche di riallineare i denti.

Questa tecnica prevede controlli periodici per valutare il cambio o l’attivazione di questi fili.

Il trattamento ortodontico, avrà una durata variabile a seconda del tipo di spostamento da effettuare; normalmente dai 6 ai 24 mesi.

Durante il trattamento con apparecchiature fisse, va prestata molta attenzione all’igiene orale che deve essere il più possibile scrupolosa, per evitare alla fine del trattamento di avere denti allineati ma cariati.

Sarà l’ortodonzista a valutare quale trattamento sarà più indicato per il singolo paziente: ogni caso è a sé, tutto dipende dalla gravità delle malocclusioni e dei disallineamenti.

La riuscita finale sta nell’individuare la tecnica migliore da utilizzare sul singolo paziente.

Hai una domanda?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *