Protesi rimovibili

Protesi rimovibili

ProtesiromovibileL’implantologia moderna ci permette di posizionare impianti anche dove una volta si pensava potesse essere impossibile; tuttavia ci sono pazienti che scelgono di avvalersi di  protesi rimovibili per colmare un edentulia totale o parziale.
La protesi totale, meglio conosciuta come dentiera si usa in caso di edentulia totale.
Questo tipo di manufatto, non avendo denti su cui appoggiare, deve avere un supporto mucoso che nel caso sia superiore comprende tutto il palato.

Questo tipo di riabilitazione rappresenta una soluzione economica e non complessa rispetto ad altre soluzioni protesiche ed è grado di ripristinare le funzioni orali ed estetiche del paziente.
Questa soluzione però causa un graduale riassorbimento osseo che richiederà regolari ribasature per riuscire a mantenere una stabilità accettabile.
La protesi totale necessita di un’accurata igiene quotidiana da eseguire dopo ogni pasto.
Per garantire una maggior stabilità a volte può essere utile l’utilizzo di paste adesive.
La protesi mobile parziale, meglio conosciuta come scheletrato si usa quando l’edentulia è solo parziale e nell’arcata da riabilitare sono rimasti un numero di denti sufficienti a garantire stabilità.
Questo tipo di manufatto può avere una struttura e  ganci fusi metallici (decisamente antiestetici) oppure oggi, sono disponibili protesi parziali fatte in termoresina, un materiale, molto flessibile, resistente e decisamente più estetico.
Lo scheletrato avrà una flangia in resina rosa che avrà il compito di nascondere la struttura sottostante e simulerà la gengiva.
Lo scheletrato necessita di un’accurata igiene quotidiana da eseguire dopo ogni pasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *