Traumi dentali

Traumi dentali.

I giovani sono i pazienti più soggetti a traumi dentali.

Infatti cadute o contatti accidentali durante l’attività sportiva e incidenti domestici possono avere ripercussioni anche sui denti causando dei traumi a questi ultimi.

Traumi dentaliNei casi più fortunati si tratta di leggere concussioni che possono provocare piccoli ematomi al labbro, alla guancia o al massimo alla gengiva senza avere ripercussioni dentali.

Nei casi più gravi però ci possono essere anche delle lesioni ai tessuti duri del dente.

Nel caso in cui si fratturi una parte di dente è indispensabile mantenere il frammento e indirizzarsi il più velocemente possibile dal proprio dentista per valutare la possibilità di reincollare il frammento.

Nel caso sfortunato invece in cui il dente venga avulso traumaticamente in toto, bisogna mantenerlo in soluzione fisiologica o latte e recarsi il più velocemente possibile dal proprio dentista per riposizionarlo correttamente nell’alveolo dove era precedentemente collocato.

 

2 risposte a “Traumi dentali”

    1. Buongiorno Alessandro, a volte sono necessari anni per evidenziare danni dovuti ad un trauma!
      Le uniche cose che potrà fare per valutare se il dente è andato in necrosi sono un test di vitalità ed una radiografia mirata.
      Faccia presente la cosa al suo dentista in occasione dei controlli periodici.

Hai una domanda?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *